I diritti dei bambini


     
 

Ogni bambino ha dei diritti, esattamente come gli adulti.

Un'importante conquista per il riconoscimento dei diritti dei bambini si Ŕ avuta il 20 novembre del 1989, quando Ŕ stata approvata la Convenzione Internazionale delle Nazioni Unite.

Per la prima volta i diritti dei bambini e degli adolescenti sono stati affermati in uno strumento di diritto internazionale che ci vincola tutti.

Questi diritti devono essere riconosciuti ad ogni bambino e ad ogni adolescente, senza distinzione di razza, di colore di pelle, di lingua, di religione, di nazionalitÓ, di appartenenza a particolari gruppi etnici, o di ogni altra circostanza.

In base alla Convenzione Ŕ bambino ogni persona di etÓ inferiore ai 18 anni.

La Convenzione enuncia quattro principi generali: di non discriminazione (art.2), del supremo interesse del bambino (art.3), del diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo (art.6) e del rispetto per le opinioni del bambino (art.12) e, per la prima volta in uno strumento di diritto internazionale giuridicamente vincolante, riconosce, nei suoi primi 40 articoli, i diritti universali di cui ogni bambino deve poter godere.

La Convenzione ha avuto moltissimi risultati positivi: l'attenzione sui diritti dei bambini Ŕ aumentata ovunque, sono state fatte campagne internazionali per le vaccinazioni, per la scolaritÓ, per l'acqua potabile, per l'eliminazione dell'uso dei bambini soldato, per l'eliminazione dello sfruttamento del lavoro minorile.
 


 


Torna all'inizio della pagina
 







Torno indietro

Pagina
principale

Vado avanti

PER QUELLI...
...che desiderano la neve ...che si vogliono divertire ...che amano gli animali
...che amano le stelle ...che guardano la tv ...che vogliono far musica
...che amano la natura ...che vogliono leggere una favola ...che non sono mai contenti